14/09/2018
Russia - Riunione straordinaria del Sinodo


Mosca, 14 settembre 2018 – Si è svolta nella residenza patriarcale e sinodale nel Monastero di San Daniele a Mosca la riunione straordinaria del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa.
I membri permanenti del Santo Sinodo sono: il metropolita Onufrij di Kiev e di tutta l'Ucraina; il metropolita Juvenalij di Krutitsij e Kolomna; il metropolita Vladimir di Chișinău e di tutta la Moldavia; il metropolita Aleksandr di Astana e Kazakistan, capo del distretto metropolitano nella Repubblica del Kazakhstan; il metropolita Vikentij di Tashkent e Uzbekistan, capo del distretto metropolitano dell'Asia centrale; il metropolita Varsonofij di San Pietroburgo e Ladoga, direttore del Dipartimento amministrativo del Patriarcato di Mosca; il metropolita Pavel di Minsk e Zaslavl, esarca patriarcale di tutta la Bielorussia; il metropolita Hilarion di Volokolamsk, presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca.

Sono stati invitati a partecipare alla sessione invernale (settembre-febbraio): il metropolita Luka di Zaporižžja e Melitopol’; il metropolita Sergij di Barnaul e Altaj; il vescovo Lazar di Narva e Prichudje; il vescovo Veniamin di Rybinsk e Danilovskij; il vescovo Nikolaj si Nakhodka e Preobrazhensky.

Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill ha rivolto un discorso di apertura ai partecipanti alla riunione.





«Oggi all’ordine del giorno c’è la questione legata all'attuazione della decisione del Patriarcato di Costantinopoli di inviare i cosiddetti esarchi in Ucraina. L'8 settembre, il nostro Sinodo ha già rilasciato una dichiarazione in merito all'adozione da parte del Sinodo di Costantinopoli della decisione di inviare tali rappresentanti, e ora abbiamo informazioni attendibili sul loro arrivo in Ucraina e sull’inizio del loro lavoro», - ha detto Sua Santità il Patriarca Kirill aprendo l’incontro.

Per motivi di salute, Sua Beatitudine il Metropolita di Kiev e di tutta l’Ucraina non è presente all'incontro. È stata organizzata una sessione di videocomunicazione, durante la quale il metropolita Onufrij informa i membri del Sinodo sulla situazione in relazione alla nomina in Ucraina dei gerarchi del Patriarcato di Costantinopoli.

«In effetti, entrambi i cosiddetti esarchi del Patriarca di Costantinopoli sono arrivati in Ucraina», ha confermato Sua Beatitudine il Metropolita Onufrij. – L’uno è stato nominato per condurre i negoziati con il cosiddetto patriarca Filaret, l'altro – con il "metropolita” Makarij, a capo della Chiesa ortodossa autocefala ucraina».

«Non ci siamo incontrati e non intendiamo incontrarci, perché sono venuti qui senza la nostra benedizione. Come rappresentanti della Chiesa canonica in Ucraina non parleremo con loro, beh, e seguiremo come si svilupperanno gli eventi», - ha detto, in particolare, il Metropolita Onufrij.

Sulla base di quanto detto dal Metropolita Onufrij, i membri del Sinodo prenderanno oggi decisioni su questo argomento.

Nel salutare Sua Beatitudine Vladyka, Sua Santità il Patriarca Kirill ha espresso la speranza che la gerarchia della Chiesa ortodossa ucraina «continui nell'unica strada giusta – svolgere il proprio ministero in accordo con i canoni della Chiesa ortodossa».

«Quello che sta accadendo ora in connessione con l’invio dei cosiddetti esarchi è l'immagine speculare di ciò che ha fatto il Patriarca di Costantinopoli nel 1920, quando la nostra Chiesa guidata da Sua Santità il Patriarca Tikhon era nelle condizioni più difficili - ha proseguito il Primate della Chiesa ortodossa russa. – Il Patriarca era sotto una forte pressione da parte delle autorità, l'organizzazione scismatica la «Chiesa» dei Renovazionisti, ispirata dalle autorità, stava guadagnando forza, e poi il Patriarca di Costantinopoli Gregorio VII decise di inviare la cosiddetta commissione a Mosca presumibilmente su richiesta di alcuni ortodossi. Naturalmente, la Chiesa ortodossa russa non ha inviato alcuna richiesta al Patriarca Gregorio VII, a quanto pare, sono stati loro, gli scismatici-renovazionisti. E il Patriarca Tikhon ha scritto una lettera molto chiara e canonicamente fondata di protesta contro il fatto che una certa «commissione» da parte di un'altra Chiesa locale era diretta in modo non canonico nel territorio canonico della Chiesa ortodossa russa, che guidava. Sappiamo in quali condizioni difficili era allora il Patriarca Tikhon. Ma nonostante il fatto che il Patriarca era stato praticamente privato della sua libertà, ha coraggiosamente e chiaramente determinato la sua posizione».

«Poiché quello che sta accadendo in Ucraina oggi, come ho detto, è l'immagine speculare di ciò che è avvenuto all'inizio del XX secolo, dobbiamo seguire la linea che Sua Santità il Patriarca Tikhon ha coraggiosamente determinato negli anni più difficili per la nostra Chiesa e che è l'unica giusta e canonicamente giustificata», - ha concluso Sua Santità il Patriarca Kirill.

(Fonte: Servizio stampa del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’; www.patriarhiya.ru)


<<Torna Indietro

Mosca – Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca – Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca – Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca – Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca – Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca – Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca – Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca – Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca – Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca – Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca – Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca – Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca – Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca – Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca – Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca – Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca – Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Foto di Sergej Vlasov.
Mosca – Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Foto di Sergej Vlasov.
Giugno '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono