09/08/2018
Russia - Mosca risponderà alle nuove sanzioni Usa


Mosca, 9 agosto 2018 - La portavoce ufficiale del Ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha commentato la decisione di Washington di imporre sanzioni contro Mosca, in relazione al caso di avvelenamento a Salisbury.
Si è osservato che la Russia è direttamente accusata di «utilizzo di sostanze nervine da combattimento» a Salisbury, anche se la Gran Bretagna fino ad ora non ha potuto presentare alcuna prova di coinvolgimento.
«Tuttavia, anche in assenza di prove, l'amministrazione americana, per solidarietà, ha ritenuto necessario introdurre nuove, odiose sanzioni», ha detto in un briefing.
Secondo lei, chi c'è dietro il caso è evidente. «Cercano di tenerlo a galla per il loro sentimento anti-russo, come strumento per continuare a demonizzare la Russia», ha aggiunto la Zakharova.
Ha sottolineato che la Russia si occuperà di progettare risposte alla «mossa ostile di Washington».
«La controparte russa ha ripetutamente avvertito che la conversazione da una posizione di forza e il linguaggio degli ultimatum è inutile e senza prospettive», ha detto.
In precedenza il Consiglio della Federazione ha riferito della possibile risposta alle nuove sanzioni Usa contro la Russia.

(Fonte: it.sputniknews.com)


<<Torna Indietro

Maria Zakharova, portavoce del Ministero degli Esteri della Federazione Russa. © Sputnik. Aleksandr Wilf.
Giugno '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono