13/07/2018
Siria - Lettera alle Nazioni Unite


Damasco, 13 luglio 2018 - Il Ministero degli Esteri siriano ha inviato una lettera al segretario generale e al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite a seguito dei raid della coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti in due villaggi della provincia di Deir ez-Zor.
In precedenza era stato riferito che a seguito dei bombardamenti aerei in due villaggi vicino al confine con l'Iraq erano rimasti uccisi più di 30 civili, mentre a decine si contavano i feriti.
«Non v'è alcuna giustificazione per questa aggressione spregevole, non ci sono pretesti che giustifichino il massacro della coalizione, in quanto conoscono bene la geografia del territorio. I bombardamenti sono stati compiuti con l'obiettivo di intimidire la gente, che si opponeva alla presenza di unità paramilitari delle cosiddette "Forze Democratiche Siriane" nei loro villaggi», l'agenzia stampa siriana Sana riporta un passaggio della lettera.
Il Ministero degli Esteri siriano ha osservato che la coalizione ha successo solo nell'uccidere i civili siriani e distruggere le infrastrutture dei centri sul fiume Eufrate, tra cui ponti, scuole ed impianti elettrici.

(Fonte: it.sputniknews.com)


<<Torna Indietro

Bandiera della Siria. © Sputnik. Dmitry Vinogradov.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono