07/06/2018
Russia - Linea diretta con il Presidente


Mosca, 7 giugno 2018 - Oggi il presidente Putin risponde alle domande dei cittadini per la sedicesima volta. Alla vigilia della trasmissione sono state raccolte quasi due milioni di domande.
Le tradizionali «linee dirette» in tv comparvero già durante il primo mandato presidenziale di Vladimir Putin. La prima ebbe luogo il 24 dicembre 2001 e la quindicesima il 15 giugno 2017.
Quest'anno ha un ruolo di primo piano la digitalizzazione. Nello studio, dove il presidente entrerà in contatto con i concittadini, non ci sono più spettatori. Duecento posti sono stati rimossi per concentrarsi sugli schermi, dove verranno visualizzati gli interventi dei cittadini. Inoltre è previsto il feedback: in diretta Putin reindirizzerà le domande che vertono le regioni ai governatori e funzionari, a cui è stato raccomandato di trovarsi al proprio posto di lavoro durante la trasmissione.




11.06 - Iniziata la Linea diretta

11.14 - La prima domanda sulla situazione economica della Russia
Il presidente Putin: «La Russia è entrata in fase di crescita economica solida, anche se non grande». Inoltre ha affermato che anche i profitti reali dei cittadini russi sono in crescita. Allo stesso tempo ha sottolineato che la crescita economica del Paese è accompagnata da un'inflazione che ha raggiunto il minimo storico.

11.21 - Una domanda sul nuovo governo
Putin sul nuovo governo: non avevo dubbi che avrebbe fatto discutere, ma è una cosa positiva.
Il capo di Stato russo ha dichiarato che il governo deve determinare la politica fiscale, che deve essere stabile nei prossimi 6 anni. In particolare le manovre fiscali del governo devono essere orientate a ridurre la povertà. Inoltre Putin ha sostenuto che non è molto sensato aumentare l'Iva, in quanto andrebbe ad impattare l'inflazione.
Per una maggiore trasparenza, il Presidente russo si è espresso a favore della responsabilizzazione dei ministri per la realizzazione dei progetti economici.

11.43 - La questione sulla politica fiscale
Il capo di Stato russo ha dichiarato che il governo deve determinare la politica fiscale, che deve essere stabile nei prossimi 6 anni. In particolare le manovre fiscali del governo devono essere orientate a ridurre la povertà. Inoltre Putin ha sostenuto che non è molto sensato aumentare l'Iva, in quanto andrebbe ad impattare l'inflazione.
Putin ha difeso la flat tax in vigore in Russia: «nonostante sarebbe giusta una suddivisione delle aliquote in base ai redditi, comporterebbe ad una maggiore elusione fiscale e minori entrate, non è la soluzione».

11.46 - Prezzi petrolio
Vladimir Putin ha ritenuto inammissibile l'aumento dei prezzi dei carburanti registrato nell'ultimo mese in Russia, sottolineando come il governo abbia preso misure per stabilizzare la situazione.

11.51 - Fonti di risorse finanziarie per lo sviluppo economico
Per realizzare il piano di sviluppo economico nazionale, servono ulteriori 8 trilioni di rubli (111 miliardi di euro circa), ha dichiarato Putin.
Il Presidente ha definito le fonti di queste risorse finanziarie aggiuntive: «Soprattutto la crescita dell'economia è la principale fonte di risorse aggiuntive, così come un utilizzo più efficiente delle risorse disponibili; l'impostazione in un certo senso dei nostri piani macroeconomici e naturalmente della politica fiscale».

12.04 - Domande «sportive»
Putin ha sottolineato che le infrastrutture costruite in occasione delle Olimpiadi invernali di Sochi sono utilizzate e non abbandonate a sé stesse, come avvenuto in altri Paesi.
Rimanendo sullo sport, Putin conta che la nazionale russa esprimerà le sue migliori qualità durante i prossimi Mondiali di calcio. Questo è il succo della risposta al deputato della Duma Valery Gazzaev, ex calciatore e allenatore della nazionale russa.

12.14 - Putin: nessune amnistie dopo elezioni presidenziali
Rispondendo ad una domanda relativa alla prassi di concedere l'amnistia a seguito del nuovo mandato presidenziale, Putin ha affermato che non bisogna legare questa decisione alla conclusione del processo elettorale, ma l'amnistia va inquadrata all'interno del contesto di politica interna.

12.22 - Putin ha parlato delle relazioni con l'Occidente e le sanzioni antirusse
Parlando di politica estera, Putin ha sostenuto che la pressione antirussa terminerà non appena i suoi partner occidentali si renderanno conto dell'inefficacia del loro corso politico. Per il capo di Stato russo, le sanzioni e la politica antirussa sono uno strumento di concorrenza economica contro la Russia.
Non si è sbilanciato facendo previsioni su quando si ricuciranno i rapporti con l'Occidente, tuttavia ha sottolineato che la Russia difenderà i suoi interessi.
Putin ha preso atto che ora nella Ue si parla pubblicamente di cancellare le sanzioni contro la Russia.

12.38 - Il Presidente russo su un'eventuale Terza guerra mondiale
Putin ha espresso l'idea che un'eventuale Terza Guerra Mondiale rappresenterebbe la fine della civiltà, citando una frase di Einstein: «Non so con che armi si combatterà la Terza Guerra Mondiale, ma nella Quarta si combatterà con bastoni e pietre».


12.38 - Putin sull'uscita Usa dal trattato difesa anti-missile

Il presidente russo Vladimir Putin ha definito l'uscita degli Stati Uniti dal trattato sulla difesa anti-missile un tentativo di distruggere la parità strategica, facendo un appello per nuove forme di cooperazione.
Il capo di Stato russo ha fatto un appello affinché i Paesi si siedano attorno ad un tavolo per trattare e discutere gli schemi della sicurezza in Europa secondo il contesto attuale.
12.46 - Putin sulle sanzioni Usa contro altri Paesi
Commentando i dazi su alluminio e acciaio introdotti dagli Stati Uniti sulle importazioni, Putin ha sostenuto che di fatto sono delle sanzioni: «Apparentemente, i nostri partner pensavano che questo non li avrebbe mai toccati: le restrizioni e sanzioni sono una politica controproducente. Ma ora vediamo che questo sta accadendo. L'introduzione dei dazi sull'acciaio, sull'alluminio, non solo per l'Europa, ma anche per il Canada, per il Messico, in realtà si tratta di sanzioni, solo formulate in modo diverso. Ma per cosa? Hanno annesso la Crimea?», si chiede Putin.

12.48 - Sul caso Skripal
Sul caso Skripal, Putin ha dichiarato che la Russia vorrebbe prender parte alle indagini con le autorità britanniche e poter mettersi in contatto con la figlia dell'ex 007 russo al servizio delle forze di sicurezza di Londra. Inoltre ha ribadito che se fosse stato usato un gas nervino di tipo militare, Skripal e sua figlia sarebbero morti nel giro di poche ore.

12.50 - Provocazioni durante i Mondiali
Durante i Mondiali di calcio in Russia, Putin spera che l'Ucraina non realizzi provocazioni nel Donbass.
«Se dovesse accadere, penso che avrà conseguenze molto gravi per lo Stato ucraino nel suo insieme».

12.53 - YouTube e Instagram non rischiano l'oscuramento in Russia
Putin ha dichiarato testualmente che YouTube ed Instagram non rischiano l'oscuramento in Russia.
«Capisco la preoccupazione delle persone che lavorano con internet. Non verrà chiuso nulla».


13.06 - La Russia deve fare molti passi per riguadagnare il primato nell'industria spaziale
«La conquista dello spazio e le tecnologie spaziali sono estremamente importanti per qualsiasi Paese, ancora di più per il nostro Paese, che ha competenze significative, forse persino uniche in questo ambito», ha sottolineato il Presidente russo.
Il capo di Stato ha osservato che il primo satellite messo in orbita era sovietico ed il primo uomo nello spazio è stato Yury Gagarin.
13.10 - La crisi del Donbass
La Russia fa tutto il possibile per risolvere il conflitto nel Donbass all'interno degli accordi di Minsk, ha dichiarato Putin durante la linea diretta.

13.31 - Nuovi armamenti servono alla parità strategica
Le nuove armi russe presentate lo scorso marzo all'Assemblea Federale garantiscono la parità strategica con le principali potenze militari, ha affermato il presidente russo Vladimir Putin durante la linea diretta.
«Queste armi sono già disponibili negli arsenali. Sicuramente manterranno questa parità. Occorre capire e pensare come trovare forme moderne della nostra interazione che corrispondano alle realtà odierne. È tempo di sedersi al tavolo dei negoziati e non solo pensare, ma anche elaborare schemi moderni di sicurezza europea adeguati ai giorni nostri».

13.49 - Putin si dichiara molto cauto sull'aumento dell'età pensionabile
«Per quanto riguarda l'età pensionabile, conoscete la mia posizione: mi sono sempre relazionato con prudenza e cautela. Ma vorrei attirare l'attenzione su un altro punto: uno dei problemi chiave che ho posto al governo è l'aumento del reddito dei pensionati, ovvero un significativo incremento dei ricavi».

14.08 - Putin boccia le criptovalute
«La Russia non può avere una propria criptovaluta per definizione, così come nessun altro Paese», ha affermato il capo di Stato russo. «Perché se parliamo di criptovalute, è qualcosa che va oltre i confini nazionali».

14.34 - Putin vuole semplificare il processo per l'ottenimento della cittadinanza russa
«Sono profondamente convinto che dovremmo intraprendere la strada della semplificazione di tutto ciò che riguarda la sfera dell'acquisizione della cittadinanza russa», ha detto Putin rispondendo alle domande dei rifugiati del Donbass. «Ha una dimensione sia umanitaria che economica».
Secondo Putin, far ritornare in Patria i connazionali è una misura importante per superare il buco demografico degli anni '90.

14.43 - Putin sul futuro dei soldati russi in Siria
La Russia non ha ancora pianificato di ritirare le sue truppe dalla Siria, tuttavia possono essere ritirate se necessario abbastanza velocemente.
«Rimarranno lì finché non sarà vantaggioso per la Russia e in adempimento dei nostri obblighi internazionali. Non abbiamo ancora in programma di ritirare queste forze».
Ha inoltre evidenziato che in Siria la Russia non ha solo un contingente militare, ma due basi: una al porto di Tartus, la seconda a Khmeimim.
Putin ha inoltre smentito che la Siria serva alla Russia come un grande poligono di tiro per testare le sue nuove armi.

14.50 - La Russia ha nuove armi che saranno rivelate in seguito
«Non c'è dubbio che nei tempi previsti le nuove armi entreranno nell'arsenale della Federazione Russa... Beh, non è tutto... lo diremo in seguito».

15.15 - Putin conta sulla cooperazione con la Cina per una linea ferroviaria ad alta velocità
«Insieme ai nostri amici cinesi dialoghiamo per attuare uno dei nostri programmi, ovvero la costruzione di una ferrovia ad alta velocità tra Mosca e Kazan. Mi aspetto di arrivare ad una decisione positiva, che può contribuire all'ulteriore rafforzamento e sviluppo dei nostri legami con la Repubblica Popolare Cinese».

15.29 - Putin sul suo successore
Il successore del capo di Stato russo verrà scelto dal popolo, ha affermato Vladimir Putin.

15.29 – Terminata la linea diretta dopo quasi 4 ore e mezza
Il Presidente russo ha risposto a 73 domande. Quest'anno la diretta è durata 4 ore e 20 minuti e in totale sono state raccolte quasi due milioni di domande.

(Fonte: it.sputniknews.com; foto: kremlin.ru)


<<Torna Indietro

Mosca - Operatori del call center prima della Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Prima della Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca – Operatori del call canter prima della Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca – Operatori del call canter prima della Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Prima della Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Prima della Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Prima della Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Prima della Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Prima della Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Mosca - Linea diretta con Vladimir Putin.
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono