03/03/2018
Bulgaria - Moleben al Passo Shipka


Passo Shipka, 3 marzo 2018 - In Bulgaria ricorre il 140° anniversario della liberazione dal giogo ottomano. La liberazione della Bulgaria avvenne durante la guerra russo-turca del 1877-1878, che in questo Paese è chiamata la guerra di liberazione.
In questo giorno, Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ Kirill e Sua Santità il Patriarca di Bulgaria Neofit hanno tenuto un servizio di ringraziamento nella Chiesa della Natività di Cristo al Passo Shipka.
Al servizio hanno partecipato il presidente della Bulgaria Rumen Radev e il presidente del Parlamento Tsveta Karayancheva, così come i membri della delegazione della Chiesa ortodossa russa, i gerarchi e il clero della Chiesa ortodossa bulgara, i diplomatici e gli ospiti provenienti da altri Paesi, numerosi residenti del Paese.
Alla fine del moleben, Sua Santità il Patriarca di Bulgaria Neofit si è rivolto ai fedeli. Il Primate della Chiesa ortodossa bulgara, in particolare, ha detto: «I sentimenti di gioia, orgoglio e gratitudine travolgono il nostro cuore in questo giorno di festa, il 3 marzo, quando l'intera Bulgaria celebra solennemente il beato 140° anniversario della sua liberazione. La gioia della libertà con la quale abbiamo vissuto per centoquarant’anni, l'orgoglio che deriva dagli eventi eroici che ricordiamo oggi, e la gratitudine a Dio e ai nostri liberatori, che hanno sacrificato le loro vite per noi, affinché il nostro popolo ortodosso potesse essere liberato e potesse di nuovo costruire il proprio destino.
In onore dell’eterna memoria degli eventi del 1877-1878 è stato eretto questo meraviglioso tempio di Dio con il complesso del monastero, nel quale abbiamo tenuto un servizio di ringraziamento in onore della ricorrenza della gloriosa libertà bulgara.
Questa chiesa, l'iconostasi e le pareti, su cui vediamo le immagini dei santi fratelli Costantino-Cirillo e Metodio, i principi Boris I e Vladimir, e molti altri santi bulgari e russi, rimane fino ad oggi uno dei simboli e monumenti più luminosi dell'amicizia bulgaro-russa, il nostro reciproco amore in Cristo e la nostra unità slava ortodossa.
Questo tempio, che fu eretto ai piedi delle vette storiche di Shipka, e alla base delle quali si trovano i resti di centinaia di migliaia di soldati russi e bulgari che hanno sacrificato la vita per la nostra libertà, ricorderà per sempre alle future generazioni la straordinaria impresa della fraterna Russia e l'amore sacrificale che i suoi figli hanno testimoniato liberando il nostro popolo ortodosso dal vecchio giogo infedele.
Perciò, carissimi, in questo giorno solenne, grande e memorabile per tutti noi, esclameremo, insieme al salmista, e diremo: "Questo è il giorno che il Signore ha fatto: rallegriamoci ed esultiamo in esso!" (Sal 117, 24).
Perciò, carissimi, in questo giorno solenne, grande e memorabile per tutti noi, esclameremo, insieme al salmista, e diremo: «Questo è il giorno che il Signore ha fatto: rallegriamoci ed esultiamo in esso!» (Sal 117, 24).
Lasciate che il ricordo degli eroi non solo in questo giorno, ma anche in tutti i giorni della nostra vita, riscaldi i nostri cuori con quell'amore divino che, secondo l'apostolo, “è la totalità della perfezione (Col 3,14). Che non dimentichiamo mai ciò che i nostri fratelli ortodossi hanno fatto per noi. Conserviamo la nostra fede ortodossa come il tesoro più prezioso e non sostituiremo le sue verità e i valori eterni e duraturi con insegnamenti e influenze discutibili, e spesso manifestamente pericolosi».

______________


La Chiesa della Natività di Cristo al Passo Shipka fu costruita per la commemorazione orante dei soldati-liberatori russi nel 1885-1902 con le donazioni raccolte in Russia e Bulgaria. La grande consacrazione ebbe luogo il 27 settembre 1902, come parte della celebrazione del 25° anniversario della battaglia di Shipka. L'iniziativa di costruire il tempio è da attribuire alla madre del generale M.D. Skobelev (1843-1882).
Le campane sono state fuse in Russia. La più grande di esse (11,6 tonnellate) è un dono personale dell'imperatore Nicola II, il resto è stato realizzato con i bossoli con una massa totale di 30 tonnellate.
L'interno è decorato con 34 lastre di marmo con i nomi delle unità militari che hanno partecipato alla battaglia di Shipka, i nomi dei soldati e ufficiali dell'esercito russo, così come dei miliziani bulgari che sono morti per la difesa del Passo Shipka e in battaglie vicino alle città di Kazanlak e Stara Zagora. I resti degli eroi riposano nei sarcofagi nella cripta del tempio.
La chiesa e gli edifici di fronte - il monastero, l’albergo e il seminario (che non fu mai aperto) - con il terreno circostante erano una proprietà extraterritoriale della Russia, i monaci sono stati inviati dalla Lavra della Trinità di San Sergio. Nel febbraio 1917, i monaci furono arrestati e il monastero fu saccheggiato. Nel 1921 furono ripresi i servizi di culto, ma gradualmente la chiesa cadde in rovina. Nel 1934 l'Urss trasferì il complesso monastico di Shipka in proprietà della Bulgaria.
Nel 1945, la chiesa divenne parte del decanato delle parrocchie russe in Bulgaria, nel 1952 fu trasferita alla giurisdizione della Chiesa ortodossa bulgara, ma il suo restauro nel 1950 è stata effettuata a spese della Chiesa ortodossa russa per le celebrazioni in occasione dell’80° anniversario della liberazione della Bulgaria. La pittura interna fu eseguita nel 1959 anche con i fondi della Chiesa ortodossa russa da una squadra di artisti russi, guidata da N.E. Rostovtsev.
Nel 1967 il tempio fu nazionalizzato. Per il 125° anniversario della liberazione della Bulgaria nel 2003 è stato riparato dalla Baltic Construction Company (I.A. Naivalt). Nello stesso anno il tempio fu visitato dal presidente russo V.V. Putin e dall’allora presidente della Bulgaria G. Parvanov.
Nel 2004, la Chiesa della Natività al Passo Shipka ed il complesso del monastero sono stati restituiti in proprietà alla Chiesa ortodossa bulgara e nel 2005 è entrato a far parte della metropolia di Stara Zagora.

(Fonte: Servizio di Comunicazione de Decr; www.mospat.ru/Patriarhiya.ru)




<<Torna Indietro

Visita di Sua Santità il Patriarca Kirill in Bulgaria. Moleben di ringraziamento nella Chiesa della Natività di Cristo a Shipka. Foto del sacerdote Igor Palkin.
Visita di Sua Santità il Patriarca Kirill in Bulgaria. Moleben di ringraziamento nella Chiesa della Natività di Cristo a Shipka. Foto del sacerdote Igor Palkin.
Visita di Sua Santità il Patriarca Kirill in Bulgaria. Moleben di ringraziamento nella Chiesa della Natività di Cristo a Shipka. Foto del sacerdote Igor Palkin.
Visita di Sua Santità il Patriarca Kirill in Bulgaria. Moleben di ringraziamento nella Chiesa della Natività di Cristo a Shipka. Foto del sacerdote Igor Palkin.
Visita di Sua Santità il Patriarca Kirill in Bulgaria. Moleben di ringraziamento nella Chiesa della Natività di Cristo a Shipka. Foto del sacerdote Igor Palkin.
Visita di Sua Santità il Patriarca Kirill in Bulgaria. Moleben di ringraziamento nella Chiesa della Natività di Cristo a Shipka. Foto del sacerdote Igor Palkin.
Visita di Sua Santità il Patriarca Kirill in Bulgaria. Moleben di ringraziamento nella Chiesa della Natività di Cristo a Shipka. Foto del sacerdote Igor Palkin.
Visita di Sua Santità il Patriarca Kirill in Bulgaria. Moleben di ringraziamento nella Chiesa della Natività di Cristo a Shipka. Foto del sacerdote Igor Palkin.
Visita di Sua Santità il Patriarca Kirill in Bulgaria. Moleben di ringraziamento nella Chiesa della Natività di Cristo a Shipka. Foto del sacerdote Igor Palkin.
Visita di Sua Santità il Patriarca Kirill in Bulgaria. Moleben di ringraziamento nella Chiesa della Natività di Cristo a Shipka. Foto del sacerdote Igor Palkin.
Visita di Sua Santità il Patriarca Kirill in Bulgaria. Moleben di ringraziamento nella Chiesa della Natività di Cristo a Shipka. Foto del sacerdote Igor Palkin.
Visita di Sua Santità il Patriarca Kirill in Bulgaria. Moleben di ringraziamento nella Chiesa della Natività di Cristo a Shipka. Foto del sacerdote Igor Palkin.
Visita di Sua Santità il Patriarca Kirill in Bulgaria. Moleben di ringraziamento nella Chiesa della Natività di Cristo a Shipka. Foto del sacerdote Igor Palkin.
Visita di Sua Santità il Patriarca Kirill in Bulgaria. Moleben di ringraziamento nella Chiesa della Natività di Cristo a Shipka. Foto del sacerdote Igor Palkin.
Visita di Sua Santità il Patriarca Kirill in Bulgaria. Moleben di ringraziamento nella Chiesa della Natività di Cristo a Shipka. Foto del sacerdote Igor Palkin.
Visita di Sua Santità il Patriarca Kirill in Bulgaria. Moleben di ringraziamento nella Chiesa della Natività di Cristo a Shipka. Foto del sacerdote Igor Palkin.
Visita di Sua Santità il Patriarca Kirill in Bulgaria. Moleben di ringraziamento nella Chiesa della Natività di Cristo a Shipka. Foto del sacerdote Igor Palkin.
Visita di Sua Santità il Patriarca Kirill in Bulgaria. Moleben di ringraziamento nella Chiesa della Natività di Cristo a Shipka. Foto del sacerdote Igor Palkin.
Giugno '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono