07/12/2017
Russia - Rischio caos in Yemen


Mosca, 7 dicembre 2017 - La Russia è seriamente preoccupata per gli eventi in Yemen dopo l'uccisione dell'ex presidente Ali Abdullah Saleh e sta sollecitando la ripresa del dialogo nazionale. Lo ha fatto sapere il portavoce del Ministero degli Esteri russo Maria Zakharova. Dalla fine di novembre, la capitale yemenita è teatro di scontri mortali tra le truppe fedeli a Saleh e i ribelli. Lunedì scorso, un funzionario del partito di Saleh ha confermato che l'ex presidente è stato ucciso dagli Houthi.
«Mosca è seriamente preoccupata per lo sviluppo degli eventi, c'è il grande rischio che lo Yemen scivoli in un caos militare e politico accompagnato da una catastrofe umanitaria senza precedenti», - ha dichiarato Zakharova, aggiungendo che la Russia non vede alternative all'avvio del «più ampio dialogo nazionale possibile sotto l'egida delle Nazioni Unite sulla base del rispetto reciproco e tenendo conto degli interessi di tutte le forze politiche nello Yemen».
La Russia spera che gli attori regionali e internazionali sfruttino l'influenza che esercitano sulle parti del conflitto yemenita per convincerle a cessare la violenza e a porre fine alle ostilità attraverso i mezzi politici, ha aggiunto Zakharova.
«Da parte nostra, continuiamo a dare un contributo alla soluzione di questa situazione».

(Fonte: it.sputniknews.com)


<<Torna Indietro

Maria Zakharova, portavoce del Ministero degli Esteri della Federazione Russa. © Sputnik. Ilya Pitalev.
Dicembre '16


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono