ELEOUSA magazine
Agosto '17

Festa del Battesimo della Rus' di Kiev. Nel 20° anniversario del Primate della Chiesa ortodossa ucraina


Per il terzo anno consecutivo dall’inizio del suo ministero primaziale, il Patriarca di Mosca e di tutta Russia Kirill ha compiuto una nuova visita alla Chiesa ortodossa ucraina dal 26 al 28 luglio 2012, in occasione della festa del Santo Principe Vladimir e del Battesimo della Santa Rus’ (988).
Quest’anno le solenni celebrazioni sono coincise con il 20° anniversario del ministero primaziale di Sua Beatitudine il Metropolita di Kiev e di tutta l’Ucraina Vladimir.
Il 27 maggio 1992 il Consiglio dei Vescovi della Chiesa Ortodossa Ucraina a Kharkov elesse il metropolita di Rostov e Novocherkassk Vladimir (Sabodan) a Metropolita di Kiev e di tutta l’Ucraina, Primate della Chiesa ortodossa ucraina. Il 20 giugno 1992, nel giorno di Pentecoste, il Metropolita Vladimir arrivò a Kiev, dove fu accolto dal clero ortodosso e da migliaia di laici.
Durante la visita, il Patriarca Kirill è stato accompagnato dalla delegazione ufficiale del Patriarcato di Mosca, composta da: metropolita di Saransk e della Mordovia Varsonofij, cancelliere del Patriarcato di Mosca; metropolita Hilarion di Volokolamsk, presidente del Dipartimento per le relazioni esterne; vescovo Sergij di Solnechnogorsk, responsabile della Segreteria amministrativa del Patriarcato di Mosca; arciprete Vsevolod Chaplin, presidente del Dipartimento sinodale per i rapporti Chiesa-Stato; presidente del Dipartimento sinodale per l’informazione, V.R. Legoida.
Al suo arrivo all’aeroporto di Kiev, la città madre di tutte le città della Santa Rus’, il Primate della Chiesa ortodossa russa ha rilasciato una breve intervista ai media, nel corso della quale ha espresso la gioia di visitare nuovamente la santa terra ucraina, una terra che trae le sue radici spirituali dal fonte battesimale del Dnepr.
Poi il Patriarca Kirill si è recato al monastero delle Grotte di Kiev, dove è stato accolto dal metropolita di Kiev e di tutta l’Ucraina Vladimir.
Prima di presiedere la riunione ordinaria del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa, il Patriarca Kirill ha incontrato il primo ministro dell’Ucraina Azarov per discutere alcune questioni riguardanti i rapporti tra Chiesa e Stato.

Riunione del Santo Sinodo
Alla riunione hanno preso parte i membri permanenti del Santo Sinodo: il metropolita di Kiev e di tutta l’Ucraina Volodymyr, il metropolita di San Pietroburgo e Ladoga Vladimir, il metropolita di Minsk e Slutsk Filaret, esarca patriarcale di tutta la Bielorussia, il metropolita di Krutitsy e Kolomna Juvenalij, il metropolita di Chisinau e di tutta la Moldova Vladimir, il metropolita di Saransk e della Mordovia Varsonofij, cancelliere del Patriarcato di Mosca, il metropolita Hilarion di Volokolamsk, presidente del Dipartimento per le relazioni esterne del Patriarcato di Mosca.
Sulla base della decisione del Santo Sinodo del 5 ottobre 2011 (in seguito ratificata dal Concilio dei vescovi), sono diventati membri permanenti del Sinodo anche il metropolita di Astana e del Kazakistan Aleksandr e il metropolita di Tashkent e Uzbekistan Vikentij.
Alla riunione della sessione di primavera-estate del Sinodo hanno inoltre partecipato, in qualità di membri provvisori, il metropolita Nifont di Slutsk e della Volynia, il metropolita Nikon di Ufa e Sterlitamak, il metropolita Pavel di Rjazan e Michailovsk, il vescovo Tikhon di Majkop e dell’Adygea e il vescovo Aristarch di Kemerovo e Novokuznetsk.
Il Santo Sinodo ha adottato una serie di decisioni riguardanti la vita ecclesiale, in particolare i rapporti con la società civile e le relazioni esterne della Chiesa.
Il Patriarca Kirill ha riferito in merito alla propria visita alla Chiesa ortodossa di Cipro, svoltasi dall’8 all’11giugno 2012. I membri
del Sinodo hanno sottolineato l’importanza delle conversazioni tra i primati delle Chiese ortodosse russa e cipriota per l’ulteriore sviluppo della cooperazione bilaterale e il rafforzamento dell’unità ortodossa.
Il Patriarca Kirill ha poi parlato dei suoi incontri con Sua Beatitudine Teodoro, Patriarca di Alessandria e di tutta l’Africa, che hanno avuto luogo il 24 e 25 luglio presso il centro spirituale, amministrativo e culturale della Chiesa ortodossa russa a Gelendzkik, nel Sud della Russia. Il Sinodo ha espresso soddisfazione per l’incontro fraterno tra i due Patriarchi.
I membri del Santo Sinodo hanno ascoltato la relazione del metropolita Hilarion, presidente del Dipartimento per le relazioni esterne, riguardante la propria visita in Cina dal 18 al 24 giugno. Il 19 giugno 2012 si è tenuta a Pechino, presso l’Amministrazione statale per gli affari religiosi della Repubblica popolare di Cina, la seconda consultazione del gruppo di lavoro russo-cinese per i contatti e la cooperazione nella sfera religiosa. In tale consultazione, le parti hanno discusso dello stato attuale delle organizzazioni religiose nella Federazione Russa e nella Repubblica popolare cinese, in particolare anche una serie di questioni relative alla situazione della Chiesa ortodossa in Cina.
Il Sinodo ha espresso soddisfazione per lo sviluppo del dialogo con le autorità statali della Repubblica popolare di Cina, per la cooperazione tra i credenti ortodossi dei due Paesi e le attività correnti della Chiesa ortodossa autonoma cinese.
Il metropolita Hilarion ha inoltre riferito circa l’ottava sessione della Commissione mista russo-iraniana di dialogo “Ortodossia-Islam”, tenutasi il 26-27 giugno 2012 a Mosca e dedicata al tema “Religione e diritti umani”. I membri del Sinodo hanno sottolineato l’importanza dello sviluppo del dialogo con la comunità islamica in Iran.
Il Sinodo ha infine approvato la relazione del metropolita Hilarion riguardante i rapporti del Patriarcato di Mosca con le comunità dei Vecchi Credenti in Russia.

Preghiera a San Vladimir
Il 27 luglio, alla vigilia della memoria del Santo Principe Vladimir, uguale agli Apostoli, e del Battesimo della Rus’ - festa nazionale in Russia, Bielorussia e Ucraina, il Patriarca di Mosca e di tutta la Russia Kirill ha tenuto un servizio di preghiera presso il monumento al Santo Principe Vladimir, sulla Collina di San Vladimir, dinanzi all’arca contenente una particella delle reliquie del Battista della santa Rus’ e all’icona del Santo. Alla preghiera hanno partecipato i membri del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa, i vescovi della Chiesa di Ucraina, Bielorussia, Russia, e il clero di quei Paesi, così come le delegazioni delle Chiese ortodosse locali. Durante il servizio ha cantato il coro delle scuole teologiche di Kiev (diretto dall’archimandrita Roman (Podlubnyak). Al termine della preghiera, il Patriarca ha liberato in cielo alcune colombe, portate dai giovani ucraini.

Cerimonia al Palazzo delle Arti
Lo stesso giorno il Patriarca Kirill ha preso parte presso il Palazzo nazionale delle Arti “Ucraina” di Kiev alla solenne cerimonia per il 20° anniversario del ministero primaziale del metropolita Vladimir. Erano presenti il vice primo ministro e ministro per le politiche sociali S.L. Tigipko, il consigliere del Presidente dell’Ucraina, capo del dipartimento per le questioni umanitarie e socio-politico dell’Amministrazione del Presidente della Repubblica di Ucraina A.N. Herman, il primo vice ministro della cultura dell’Ucraina Y.P. Bohutskyy, e noti personaggi pubblici. Il Patriarca si è congratulato con il metropolita Vladimir.
Dal palco del Palazzo nazionale delle Arti, il Primate della Chiesa Ortodossa Russa si è congratulato con Sua Beatitudine per l’importante anniversario.
Il vice primo ministro Tigipko ha letto il saluto del Presidente dell’Ucraina Viktor Yanukovich e le congratulazioni del Primo Ministro Mykola Azarov e dei membri del Gabinetto dei Ministri dell’Ucraina.
Poi diversi partecipanti alla cerimonia hanno rivolto gli auguri al metropolita Vladimir. La cerimonia si è conclusa con un concerto festoso.

Veglia di preghiera
La sera, il Patriarca di Mosca e di tutta la Russia Kirill ha tenuto la Veglia sulla piazza antistante la Cattedrale della Santa Dormizione della Laura delle Grotte di Kiev alla presenza dei membri permanenti e provvisori del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa e dei membri delle delegazioni delle Chiese ortodosse locali di Costantinopoli, Alessandria, Antiochia, Gerusalemme, Georgia, Serbia, Bulgaria, Cipro, Grecia, Polonia, Repubblica Ceca e Slovacca, America.

Divina Liturgia
Il 28 luglio, giorno della festa del Santo Principe Vladimir e del Battesimo della Santa Rus’, il Primate della Chiesa ortodossa russa ha celebrato la Divina Liturgia nella piazza antistante la Cattedrale della Dormizione del monastero delle Grotte di Kiev.
A partire da questo giorno, in conformità con la definizione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa del 26 luglio 2012 (Gazzetta № 69 ), nel Menologio della Chiesa viene celebrata la Cattedrale della Hagia Sophia di Kiev.
Sull’altare è stata posta l’arca contenente una particella delle reliquie di San Vladimir, uguale agli Apostoli.
Sua Santità è stato raggiunto da: metropolita di Kiev e di tutta l’Ucraina Vladimir; membri permanenti del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa: metropolita Juvenalij di Krutitsy e Kolomna; metropolita Vladimir di Chisinau e di tutta la Moldova; metropolita Aleksandr di Astana e Kazakistan; metropolita Vikentij dell’Asia centrale; metropolita Varsonofij di Saransk e Mordovia, cancelliere del Patriarcato di Mosca; metropolita Hilarion di Volokolamsk, presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca; gerarchi della Chiesa ortodossa ucraina: metropolita Agafangel di Odessa e Izmail; metropolita Lazar di Simferopol e Crimea; metropolita Onofrij di Chernivtsi e Bucovina; metropolita Hilarion di Donetsk e Mariupol; metropolita Irineij di Dnepropetrovsk e Pavlograd; metropolita Nifon di Lutsk e Volinia; metropolita Sergij di Ternopil e Kremenets; metropolita Antonij di Khmelnytskyi e Starokonstantinov; metropolita Sofronij di Cherkasy e Kaney; metropolita Vessarion di Oyruch e Korosten; metropolita Pitirim di Nikolaev e Voznesens’k; metropolita Filipp di Poltava e Mirgorod; metropolita Simeon di Vinnitsa e Mogilev-Podolski; metropolita Pavel di Vyshgorod e Chernobyl; membri della delegazione del Patriarcato di Mosca; vescovi e clero di Ucraina, Russia e Bielorussia.
Inoltre, Sua Santità è stato raggiunto dai membri delle delegazioni delle Chiese ortodosse locali, che sono arrivati nella capitale dell’Ucraina per la celebrazione del 20° anniversario del ministero primaziale di Sua Beatitudine il Metropolita Volodymyr. Le delegazioni eranoguidate da: metropolita Emmanuel di Francia (Patriarcato Ecumenico), metropolita Petr di Aksum (Patriarcato di Alessandria), arcivescovo Nifon di Filippopoli (Patriarcato di Antiochia), arcivescovo Feofilakt di Giordania (Patriarcato di Gerusalemme), metropolita Gerasim di Zugdidi e Tsaishskim ( Patriarcato di Georgia), vescovo Irinej di Bačka (Patriarcato serbo), metropolita Gabriel di Lovech (Patriarcato bulgaro), metropolita Vasilij di Konstantia e Ammokhosta (Chiesa ortodossa di Cipro), metropolita Nikolaj di Mesogaia e Lavreotiki (Chiesa ortodossa di Grecia), arcivescovo Abel di Lublino e Kholm (Chiesa ortodossa polacca), vescovo Ioakim di Hodonin (Chiesa ortodossa ceca e slovacca), arcivescovo Aleksandr di Toledo (Chiesa ortodossa d’America).
Al servizio hanno partecipato il Consigliere del Presidente dell’Ucraina, capo del dipartimento principale per le questioni umanitarie
e socio-politico dell’Amministrazione del Presidente della Repubblica Ucraina, A.N. Herman, il presidente del Dipartimento sinodale per l’informazione V.R. Legoida, i rappresentanti delle autorità statali dell’Ucraina.
Durante la liturgia hanno cantato il coro delle scuole teologiche di Kiev (diretto dall’archimandrita Roman (Podlubnyak) e il coro della Cattedrale metropolitana (diretto dallo ierodiacono Gerontij (Borisevich).
La liturgia, che è stata trasmessa dalla televisione ucraina, è stata commentata dal portavoce della Chiesa ortodossa ucraina e presidente del Dipartimento sinodale per l’informazione e funzioni educative, arciprete Georgij Kovalenko, e dal dipendente del Patriarcato di Mosca N.I. Derzavin.
Alla fine della Liturgia è stato compiuto un servizio di preghiera al Santo Principe Vladimir.
Poi Sua Beatitudine il Metropolita Volodymyr ha detto in particolare: “Oggi siamo riuniti nel monastero di San Vladimir per partecipare alla liturgia guidata da Sua Santità il Patriarca, che si preoccupa per la salvezza delle nostre anime, affinché possiamo vivere nella vita eterna. Vi ringraziamo, Santità, che siete qui tra noi per rafforzare la nostra fede e nutrire la speranza che servendo Dio con timore possiamo giungere all’unione con Lui”.
Il Primate della Chiesa ortodossa russa ha rivolto la parola primaziale ai vescovi, sacerdoti e fedeli presenti.
In occasione del 50° anniversario del sacerdozio e del 20° anniversario del ministero primaziale, Sua Santità il Patriarca Kirill ha insignito dell’ordine di S. Innokentij, metropolita di Mosca, I grado, Sua Beatitudine il Metropolita Vladimir e gli ha presentato l’icona di San Vladimir. “Dio voglia che attraverso la Vostra parola di Primate della Chiesa Ucraina la gente ascolti e comprenda la parola di Cristo Salvatore. Accettate questo dono come segno del mio amore personale, del rispetto e dell’apprezzamento per il Vostro lavoro”, - ha detto il Primate della Chiesa russa, consegnando a Sua Beatitudine un’antica icona di San Vladimir.

Premi della Chiesa
Sua Santità ha anche conferito i premi della Chiesa a un certo numero di vescovi della Chiesa ortodossa ucraina:

• in considerazione del suo zelante lavoro missionario e in connessione con il 60° compleanno e con il 20° anniversario di consacrazione episcopale, l’arcivescovo Avgustin di Belotserkov e Boguslav è stato insignito dell’ordine di Sant’ Innokentij, metropolita di Mosca, II grado;
• in considerazione del lavoro pastorale
e in connessione con il 50° compleanno,
il vescovo Meletij di Khotyn, vicario della
diocesi di Chernivtsi, è stato insignito dell’ordine di San Sergio, II grado;
• in considerazione del suo zelante lavoro pastorale e in occasione del 30° anniversario di consacrazione sacerdotale e del 55° compleanno, il vescovo Anatolij di Polessk e Sarny è stato insignito dell’ordine di San Serafino di Sarov, II grado;
• in considerazione del suo zelante ministero e in connessione con il 20° anniversario di consacrazione episcopale, al metropolita Antonij di Starokonstantin e Khmelnytsk è stata consegnata una Panagia commemorativa;
• in considerazione del suo zelante ministero e in connessione con il 25° anniversario di ordinazione sacerdotale, l’arcivescovo Ioann di Kherson e Tauride è stato onorato di una panagia commemorativa;
• in considerazione del suo zelante ministero e in connessione con il 45° compleanno, il vescovo Eulogij di Akhtyrsk e Sumy ha ricevuto una panagia commemorativa;
• in considerazione del suo zelante ministero e in connessione con il 40° anniversario della nascita, al vescovo Nikodim di Zhytomyr e Volyn Novograd è stata presentata un’icona commemorativa.

A tutti i fedeli che hanno preso parte alla liturgia è stata consegnata un’icona del Santo Principe Vladimir, uguale agli Apostoli, con la benedizione patriarcale.
Il metropolita Vladimir ha ringraziato Sua Santità e tutti i partecipanti alla celebrazione.
Nella Cattedrale della Dormizione del monastero delle Grotte, Sua Santità il Patriarca Kirill ha benedetto i giovani che hanno partecipato al viaggio istruttivo “Da Novgorod a Kiev con la nascita della Russia”, dedicato al 1150° anniversario dello Stato russo. L’iniziativa è stata promossa ed organizzata dalla Fondazione Sant’Andrea e dal Centro di Gloria nazionale della Russia e vi hanno partecipato i giovani provenienti da Russia, Ucraina, Bielorussia e Francia.
Al termine del servizio, il Patriarca Kirill ha deposto corone di fiori presso il monumento al Milite Ignoto e alle vittime della carestia di massa del 1930 (Holodomor).
La sera del 28 luglio il Patriarca di Mosca e di tutta la Russia ha incontrato il Presidente dell’Ucraina Viktor Yanukovich presso la residenza estiva del Capo dello Stato in Crimea. Viktor Yanukovich ha constatato con soddisfazione che i festeggiamenti del giorno del Battesimo della Rus’ e della memoria del Santo Principe Vladimir, uguale agli Apostoli, da parte delle Chiese ortodosse locali costituiscono già una tradizione e testimoniano il ruolo importante della Chiesa ortodossa nella società.
A sua volta, Sua Santità ha espresso la gioia per il fatto che quest’anno la ricorrenza della festa del Battesimo della Rus’ è coincisa con le celebrazioni giubilari del 20° anniversario del ministero primaziale di Sua Beatitudine Volodymyr.
L’incontro con il Presidente Viktor Yanukovich ha concluso la visita del Patriarca di Mosca e di tutta la Russia in Ucraina. È un arrivederci.



<< Torna Indietro

Monastero delle Grotte di Kiev
Kiev - Il Patriarca di Mosca e di tutta la Russia Kirill inizia la visita in Ucraina
Kiev - Riunione del Santo Sinodo della Chiesa ortodossa russa
Kiev- Il metropolita Vladimir riceve l'ordine di S. Innokentij, metropolita di Mosca
Kiev - Benedizione del popolo ucraino
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono