ELEOUSA magazine
Agosto '17

Nel bicentenario di Fort Ross. Il primo insediamento russo sul suolo americano


Con la benedizione di Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Russia Kirill e su invito del metropolita di America orientale e New York Hilarion, il 25 agosto 2012 il presidente del Dipartimento per le relazioni esterne del Patriarcato di Mosca, metropolita Hilarion di Volokolamsk, ha celebrato la Divina Liturgia a Fort Ross, sul sito del primo insediamento russo in California.
La liturgia è stata celebrata all’aria aperta, nei pressi della chiesa russa della Santissima Trinità di San Nicola. Hanno concelebrato il primo Gerarca della Chiesa ortodossa russa all’estero, metropolita di America orientale e New York Hilarion, l’amministratore delle parrocchie Patriarcali negli Stati Uniti, arcivescovo di Naro-Fominsk Justinian, l’arcivescovo di Montreal e Canada Gabriel, l’arcivescovo di San Francisco e America occidentale Benjamin, vicario della diocesi di Chicago, il vescovo Pietro di Cleveland, vicario della diocesi di San Francisco, il vescovo Teodosio di Seattle, i sacerdoti della Chiesa ortodossa russa e della Chiesa ortodossa in America. Hanno pregato durante il servizio il metropolita di San Francisco Gerasim, del Patriarcato di Costantinopoli, e il vescovo Daniel di Dragovic, del Patriarcato di Bulgaria, numerosi fedeli provenienti da Russia, Stati Uniti, Canada e altri Paesi. Alla cerimonia ha partecipato il console generale della Federazione Russa a San Francisco V.N. Vinokourov.
Dopo la lettura del Vangelo, il metropolita Hilarion si è rivolto ai fedeli con la parola pastorale: “Vorrei trasmettere a tutti voi la benedizione di Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Russia Kirill, la benedizione con la quale sono venuto in Nord America per condividere con il metropolita di America orientale e New York Hilarion e con un certo numero di vescovi la Divina Liturgia a Fort Ross, in memoria del 200° anniversario del primo insediamento russo sul suolo americano.
Naturalmente, questo è per tutti noi un posto molto speciale. Quando siamo arrivati qui e abbiamo visto questo paesaggio aspro - mare, montagna, quando abbiamo perso ogni contatto telefonico, ci siamo sentiti in un altro mondo - non nell’America moderna, ma in un luogo non ancora raggiunto dalla civiltà umana. È difficile immaginare che cos’era questa terra duecento anni fa, quando gli imprenditori russi hanno scelto questo luogo per creare una fortezza in legno. Ovunque è arrivato il popolo russo, per prima cosa ha costruito il tempio. Ciò era dovuto al fatto che il popolo russo ha sempre sentito una speciale vicinanza a Dio e la sua vocazione storica di diffondere la fede cristiana.
La Chiesa ortodossa russa è sempre stata multietnica e missionaria. Non appena i missionari russi hanno messo piede sul suolo americano, hanno iniziato a testimoniare la fede ortodossa alla popolazione locale, in primo luogo in Alaska, tra gli Aleuti, e poi a sud, tra gli americani. Il sito di Fort Ross serviva non solo come luogo di commercio, ma anche come centro missionario. E oggi, duecento anni dopo, questi luoghi sono importanti per noi soprattutto come centri di diffusione dell’Ortodossia in America.
Oggi in America più di un milione di persone professano la fede ortodossa, in molte città e cittadine ci sono le chiese ortodosse. Duecento anni fa non c’era nulla di tutto questo, l’America era percepita come un deserto spirituale, e la luce della fede ortodossa è arrivata nel continente americano grazie ai missionari russi. Per più di un secolo in America non c’è stata nessun’altra Chiesa ortodossa, fatta eccezione per la Chiesa ortodossa russa o, come era allora conosciuta, Chiesa russa greco-cattolica.
Grandi missionari della terra russa, come Sant’Innokentij (Benjamin) e San Tikhon, futuro Patriarca di tutta la Russia, hanno lavorato qui per una Chiesa nazionale unificata. E nel loro lavoro missionario sono stati motivati da un desiderio: portare la luce della fede cristiana a più persone, indipendentemente dalla loro nazionalità o lingua. Oggi la Chiesa ortodossa in America, anche se divisa in molteplici giurisdizioni, conserva il patrimonio dei missionari russi e li ricorda come pilastri e fondatori della fede ortodossa in questa terra”.
In ricordo dell’evento, il presidente del Decr ha donato alla chiesa della Santissima Trinità l’icona di San Tikhon, Patriarca di tutta la Russia.



<< Torna Indietro

Il metropolita Hilarion a Fort Ross
Fort Ross - Il metropolita Hilarion consegna l'icona di San Tikhon
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono