ELEOUSA magazine
Agosto '17

Bicentenario della nascita di Teofane il Recluso. Vescovo di Tambov e Vladimir


Nel 2015 si celebra il 200° anniversario della nascita di San Teofane il Recluso.
Con la benedizione del Patriarca di Mosca e di tutta la Russia Kirill,il 6 agosto 2011 le reliquie del santo vescovo di Tambov e Vladimir e la venerata Icona della Madre di Dio “di Kazan”, custodite nella Cattedrale della Dormizione del Monastero di Vysha, sono state portate a Kiev, nel Monastero delle Grotte, dove sono state accolte dalla comunità monastica.
E’ in questo luogo che ha avuto inizio il monachesimo della Rus’ di Kiev, è qui che è vissuto il Santo, è quì che è nata la sua vocazione al sacerdozio.

"Fate l’abitudine a ricordarvi di Dio, non solo
durante le vostre preghiere, ma in ogni ora e minuto del giorno, perché è presente ovunque. Così la pace scenderà nella vostra anima... Chi rimane sotto il sole e si ricorda di Dio, non gela mai".
Teofane il Recluso

George Govorov, il futuro San Teofane, nacque il 10 gennaio 1815 nel villaggio di Chernavsk
in provincia di Orlov, dove suo padre era un sacerdote. Frequentò la scuola elementare a Liven, poi la scuola militare. Dal 1837 al
1841 studiò presso l’Accademia Teologica di Kiev, e durante questo periodo frequentò il
Monastero delle Grotte. In questo ambiente,
non sorprende che egli ricevette la tonsura
monastica, mentre era ancora studente.
Dopo la laurea, lo ieromonaco Teofane fu
nominato rettore della scuola di Kiev e poi
rettore del seminario di Novgorod. Prima di ritirarsi dall’insegnamento, ha servito come professore e assistente ispettore presso l’Accademia di Pietroburgo.
Fu nominato anche membro della Missione Ecclesiastica Russa di Gerusalemme.
Dopo essere stato elevato al rango di archimandrita, divenne rettore del Seminario di Olonets. Ben presto fu assegnato come sacerdote della chiesa dell’Ambasciata a Costantinopoli. Successivamente, fu richiamato in Russia per diventare rettore dell’Accademia Teologica di San Pietroburgo, e supervisore dell’educazione religiosa nelle scuole laiche della “capitale del nord”.
Il 9 maggio 1859 Teofane fu consacrato
vescovo di Tambov, dove fondò una scuola diocesana per ragazze. Durante la sua permanenza in questa diocesi, iniziò a frequentare il Monastero di Vysha. Nel 1863 fu
trasferito a Vladimir e vi rimase per tre anni.
Partecipò al ritrovamento delle reliquie di San Tichon di Zadonsk nel 1861, e questo fece un’enorme impressione su di lui, perché aveva molto in comune con questo santo. Aveva amato San Tikhon fin dalla prima infanzia, e parlava di lui con grande entusiasmo. Quando fu glorificato come santo il 13 agosto, la gioia del vescovo Teofane non conobbe limiti. Nel 1866, chiese di essere sollevato dalle sue funzioni di vescovo di Vladimir. Fu nominato Superiore del Monastero di Vysha, ma ben presto si dimise da questo incarico. Gli fu permesso di vivere lì e di celebrare i servizi quando voleva. Ha anche ricevuto una pensione di 1000 rubli.
Il 24 luglio 1866 lasciò la diocesi e il
mondo per una vita di reclusione, dedicandosi
alla scrittura di libri spirituali.
Attraverso questi libri, San Teofane divenne il benefattore spirituale di tutti i cristiani ortodossi. La sua fama di scrittore si diffuse nel mondo, sebbene egli cercasse il Regno di Dio e la Sua giustizia (Mt 6, 33).
Ha scritto su argomenti che altri prima di lui non hanno completamente trattato, sul modo di vivere una vita cristiana.
Ha cercato di spiegare le fasi della perfezione spirituale e la vita dell’anima e del corpo come un tutt’uno, rivelando agli uomini la via della salvezza.
Alcuni dei suoi libri includono la vita spirituale e come essere in sintonia con se stessi, il modo di percorrere il cammino della
salvezza, e le lettere sulla vita spirituale. Ha tradotto la Filocalia in cinque volumi, e le omelie di San Simeone il Nuovo Teologo. Quando non era occupato con la scrittura o in preghiera, il vescovo solitario ha lavorato presso il laboratorio di scrittura di icone.
Riceveva venti-quaranta lettere ogni giorno, e rispondeva a tutte loro. Era in grado di dare risposte dettagliate alle domande di coloro che stavano lottando per la salvezza delle loro anime.
Il vescovo di Tambov e Vladimir morì il 6 gennaio 1894. Il suo corpo fu sepolto nella chiesa di Kazan del Monastero a Vysha.



<< Torna Indietro

Icona di Teofane il Recluso
Vysha - Monastero della Dormizione
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono