ELEOUSA magazine
Agosto '17

Mosca ricorda il Patriarca Giobbe. Consacrata la prima chiesa al mondo in suo onore


La Fondazione per la rinascita del Monastero della Dormizione di Staritsa, nella regione di Tver, sotto la direzione di Viktor Khristenko, presidente del Consiglio d’Affari dell'Unione economica eurasiatica, nel 2012 ha preso l'iniziativa di fornire pieno sostegno finanziario per la costruzione del tempio in onore di san Giobbe, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus', nell’ambito del programma di costruzione di più di duecento chiese ortodosse a Mosca.
Il nuovo complesso del tempio, che comprende la chiesa per trecento fedeli e la casa del clero, ha lo status di compound patriarcale del Monastero di Staritsa nella capitale.
Giobbe fu il primo Patriarca di Mosca e di tutta la Rus' dal 1589 al giugno 1605, anno in cui fu rimosso ed esiliato nel Monastero di Staritsa per essersi rifiutato di riconoscere come legittimo zar il Falso Dimitri I al posto del defunto Boris Godunov, che aveva istituito il Patriarcato di Mosca. La sua elevazione a Patriarca nel 1589 segnò il definitivo ottenimento dell'autocefalia della Chiesa ortodossa russa e l'ingresso del Patriarcato nella Pentarchia, al posto di Roma.
Anni difficili cominciavano ad avvicinarsi per la Rus' nella fase di transizione tra la fine della dinastia dei Rjurik (1598) e l'inizio della dinastia dei Romanov (1613), quando nel 1605, anno della morte di Boris Godunov, con l'appoggio di Sigismondo III di Polonia il Falso Dimitrij I salì al trono di Russia, spacciandosi per figlio legittimo di Ivan il Terribile. Alla sua morte seguirono altri due Falsi Dimitrij, che caratterizzarono il cosiddetto Periodo dei Torpidi. Importanti in questo periodo furono la figura del Patriarca Ermogene e le milizie di Kuz'ma Minin e Dmitrij Požarskij, che misero fine all'invasione polacca nella Rus' di quegli anni.
Così, il 19 marzo 2017, nella 3ª domenica della Grande Quaresima, della venerazione della preziosa e vivificante Croce, Sua Santità il Patriarca di Mosca e di tutta la Rus' Kirill ha eseguito il rito della grande consacrazione della chiesa e ha celebrato la Divina Liturgia.
Hanno concelebrato con Sua Santità: l’arcivescovo Sergij di Solnechnogorsk, capo della Segreteria amministrativa del Patriarcato di Mosca; il vescovo Tikhon di Yegor'evsk, vicario del Monastero stavropigiale Sretensky, responsabile del Vicariato occidentale di Mosca; il protopresbitero Vladimir Divakov, segretario del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ a Mosca; l’arciprete Serafim Nedosekin, decano del distretto di San Giorgio, rettore della Chiesa memoriale di San Giorgio sulla collina Poklonnaya a Mosca; l’arciprete Georgij Studenov, decano del distretto Mikhailovsky, rettore della Chiesa di San Michele Arcangelo in Troparevo a Mosca; l’arciprete Aleksandr Narushev, rettore della Chiesa di San Giobbe; il clero metropolitano.
Al culto hanno partecipato il ministro dell'Industria e del Commercio Denis Manturov; il presidente della Corte dei Conti Tatjana Golikova; il presidente del Consiglio d’Affari dell'Unione economica eurasiatica e presidente della Fondazione per la rinascita del Monastero della Dormizione di Staritsa Viktor Khristenko; il deputato della Duma di Stato, consigliere del Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ sulla costruzione Vladimir Resin; il prefetto del distretto amministrativo occidentale di Mosca Aleksej Alexandrov; il direttore generale della Casa automobilistica «Sollers» Vadim Shvetsov; il presidente della «Corporation Irkut», direttore generale - capo progettista della società «OKB A.S. Yakovlev» Oleg Demchenko; il presidente della holding russa «United Shipbuilding Corporation» Aleksej Rakhmanov; il presidente del Consiglio di amministrazione della società farmaceutica «Pharmstandard» Viktor Kharitonin; i membri della Fondazione per la rinascita del Monastero della Dormizione di Staritsa; i costruttori e i benefattori del tempio.
Al termine della Liturgia sono stati eseguiti un servizio di preghiera (slavlenie) e l'adorazione della preziosa e vivificante Croce del Signore. A nome del clero e dei parrocchiani il rettore del tempio, sacerdote Aleksandr Narushev, ha rivolto parole di benvenuto al Primate della Chiesa russa e ha presentato in dono a Sua Santità il Patriarca il cappuccio e il mantello del Patriarca, ricamato come quello dei santi di Mosca Alessio, Giobbe, Ermogene e Tikhon.
Poi Sua Santità il Patriarca Kirill ha assegnato i premi della Chiesa in considerazione dell’aiuto nella costruzione della Chiesa di San Giobbe, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus'.



<< Torna Indietro

San Giobbe, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus' (1589-1605)
Chiesa di San Giobbe al termine dei lavori di costruzione
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono