ELEOUSA magazine
Agosto '17

Il presidente siriano Bashar al-Assad a Sochi


Durante una visita di lavoro del presidente della Repubblica araba siriana in Russia, il presidente Vladimir Putin ha presentato Bashar al-Assad alla direzione del Ministero della Difesa e dello Stato Maggiore delle Forze Armate della Federazione Russa, giunta a Sochi per una serie di incontri sulle questioni relative allo sviluppo militare e al programma di armamento statale.
Putin ha presentato al Presidente della Repubblica araba siriana le persone che hanno svolto un ruolo decisivo nel salvare la Siria.
«Certo, il signor Assad conosce già qualcuno di voi personalmente. Mi ha detto oggi durante i nostri colloqui che, grazie all'esercito russo, la Siria è stata salvata come stato. Molto è stato fatto per stabilizzare la situazione in questo Paese. Speriamo che nel prossimo futuro si porrà fine alla lotta contro il terrorismo in Siria, anche se è chiaro che i focolai ci saranno , sorgeranno ancora».
Il Presidente russo ha sottolineato che nel mondo e in Medio Oriente, in Siria in particolare, ci sono ancora problemi con il terrorismo. «Ma il compito principale è già vicino al completamento, e sarà possibile dire nel prossimo futuro che l'abbiamo risolto».
«Abbiamo avuto colloqui approfonditi con il Presidente della Siria su tutti gli aspetti relativi alla normalizzazione della situazione, compresi i prossimi passi sulla pista politica. Voi sapete che a Sochi ci sarà un incontro trilaterale con Iran e Turchia. Ma vorrei dire che senza gli sforzi delle Forze Armate, senza i Vostri sforzi, senza gli sforzi dei Vostri subordinati, senza il loro eroismo, nulla sarebbe accaduto e non sarebbero state create le condizioni per il progresso del processo politico. Questi sforzi sono stati fatti grazie alle Forze Armate della Federazione Russa insieme ai nostri amici siriani sul campo di battaglia. Grazie mille!».
Nell'esprimere la sua riconoscenza al Presidente della Russia e attraverso di lui a tutto il popolo russo per gli sforzi compiuti per salvare la Siria, Bashar al-Assad ha detto: «Vorrei ricordare, in particolare, il ruolo svolto dalle Forze Armate della Federazione Russa, i sacrifici che hanno fatto per raggiungere questo obiettivo. Sono stato molto felice di sapere che tutti voi oggi siete qui, ovvero le persone che hanno preso parte direttamente e hanno comandato le azioni delle Forze Armate russe in Siria.
Due anni fa, quando ho incontrato il presidente Putin a Mosca, i combattimenti erano appena all'inizio. Durante questi due anni, i successi ottenuti grazie all'aiuto delle Forze aeree e spaziali della Federazione Russa e dell'Esercito siriano sono evidenti.
Ora nessuno può negare questi successi nella lotta contro il terrorismo. E grazie alle Vostre azioni, così come alle azioni dell'esercito siriano, dei nostri alleati, molti siriani sono stati in grado di tornare nelle loro case».
E oggi, a nome dell'intero popolo siriano, esprimo a Voi la mia gratitudine per ciò che avete fatto. Non lo dimenticheremo mai».
Bashar al-Assad, in particolare, ha voluto ringraziare personalmente il presidente Vladimir Putin, il ministro della Difesa Sergej Shojgu, e il capo dello Stato Maggiore delle Forze Armate Valerij Gerasimov per aver preso parte direttamente a questa operazione.



<< Torna Indietro

Incontro con la direzione della Difesa e dello Stato Maggiore delle Forze Armate russe
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono