ELEOUSA magazine
Agosto '17

Ortodossia russa nelle Isole Britanniche


L'inizio della predicazione del Vangelo nelle Isole Britanniche è avvenuto con Aristobulo, uno dei Settanta Apostoli (Lc 10, 1-24). Mille anni prima dello scisma nel 1054, la Gran Bretagna è stata illuminata da centinaia di martiri, santi, monaci, pii re e portatori della passione. Sin dai tempi antichi, la Gran Bretagna è stata chiamata «terra santa». Lo stesso Giuseppe d'Arimatea, secondo alcune fonti, è giunto in Britannia nel 35 d.C. a predicare il Vangelo.
Gli anni 35-37 d.C. sono considerati le prime date dell'inizio dell'evangelizzazione cristiana. Corrispondono al periodo di poco successivo alla crocifissione di Cristo e precedente al tempo in cui Pietro e Paolo erano a Roma e ai Vangeli del Nuovo Testamento.
All'epoca di Giuseppe d'Arimatea le cappelle cristiane erano nascoste sottoterra nelle catacombe di Roma, ma una volta che fu costruita a Glastonbury, nel Somerset, la cappella di Santa Maria, tutta fatta di canne, la Britannia poté vantare la prima chiesa cristiana non sotterranea del mondo. La Chiesa d'Inghilterra quindi è la prima Chiesa cristiana in Europa e il Palazzo San Giacomo divenne la residenza dei reali.
Nell’autunno del 1716 è stato costruito a Londra un tempio ortodosso nel territorio della missione diplomatica russa. Nel 1756 la parrocchia è stata trasferita a Burlington Gardens, vicino alla celebre piazza di Piccadilly Circus. Nel 1813 è stata istituita la cappella ortodossa in una casa in affitto permanente su Welbeck Street, 32. Dal 1921, il culto è stato eseguito nella Chiesa di San Filippo, vicino alla stazione Victoria. All’inizio del 1949, su invito del Commonwealth britannico e in nome del primo grande martire sant’Alban e di san Sergio, igumeno di Radonež, è arrivato a Londra il neo consacrato ieromonaco Antony (Bloom), in seguito metropolita di Surozh. Per più di mezzo secolo si è dedicato all’organizzazione della vita della Chiesa ortodossa russa in Gran Bretagna.
Nel 1955, la parrocchia del Patriarcato di Mosca a Londra è stata trasferita nell’edificio della Chiesa Anglicana nella zona di Knightsbridge, ora Cattedrale della Dormizione della diocesi di Surozh. Con gli sforzi dei parrocchiani l'edificio è stato acquistato nel 1979 come proprietà della parrocchia russa.
La diocesi di Surozh è stata formata il 10 ottobre 1962 per decisione del Sacro Sinodo della Chiesa ortodossa russa. Essa comprende attualmente quarantasei comunità parrocchiali, tra cui: due parrocchie stavropigiali, trentatré parrocchie diocesane, dieci comunità diocesane emergenti e una rappresentanza del vescovo. L’ordinario della diocesi è l’arcivescovo Elisej di Surozh. Dal 1990, esercita il suo ministero come vicario episcopale a Londra l’arcivescovo Anatoly di Kerch.
Nelle parrocchie della diocesi di Surozh sono presenti ventidue sacerdoti e nove diaconi. Inoltre, la Chiesa russa all’estero nel Regno Unito ha dodici comunità parrocchiali (di cui due comunità di rito liturgico occidentale), un monastero, due cappelle, tre missioni ortodosse e una rappresentanza stavropigiale, sottomessa al primo Gerarca della Chiesa ortodossa russa all'estero (Rocor), di rito occidentale. Svolgono il loro ministero nelle parrocchie della Rocor nove sacerdoti e due diaconi.



<< Torna Indietro

Consacrazione della Cattedrale della Dormizione e di Tutti i Santi a Londra
Agosto '17


Costi abbonamento

Abb. annuale € 30,00
Abb. benemerito € 50,00



Da versare su c/c postale n° 91231985
IBAN IT 11 E 07601 15500 0000912385
intestato a Eleousa di Fernanda Santobuono